Rikard Sjoblom (Beardfish)

Rikard Sjoblom (Beardfish)

lunedì 20 febbraio 2017

Downlouders

I Downlouders sono un collettivo musicale di Varese che è stato fondato nel 2008.
Il progetto riunisce artisti di diversa provenienza e storia personale, sotto il comune segno dell'improvvisazione con virate psichedeliche.
Nel 2009 esordiscono con  il loro primo album "Haustillio" (scaricabile gratuitamente dal loro sito ufficiale) per l'etichetta indipendente Terra desolata. Nel 2012 compongono in Normandia (Francia) il concept album "Asimov" e nel 2015, per la Lizard Records di Loris Furlan, rilasciano  "Arca" un percorso sonoro di nove tracce per quasi 50 minuti di affascinante sound kraut rock-prog psichedelico che narra la storia di una nave spaziale a forma di capodoglio, astronave alla ricerca di un nuovo pianeta abitabile:ultima speranza per l'umanità. 
 Line up: Andrea Cajelli: batteria, percussioni.Marco Sessa: synth, elettronica. Enrico Mangione: chitarre, synth, tromba, voci. Massimo Martinenghi: voci. Andrea Manenti:basso elettrico, voci. Yed Giordano Viganò: chitarre. Matteo Laudati: chitarre e Giandomenico Fraschini: pianoforte elettrico, batteria 
Sito ufficiale: https://www.downlouders.com

Album consigliato: Arca (2015)

Alex Carpani

Del poliedrico musicista compositore Alex Carpani avevamo già scritto: 
( vedi http://progressivedelnuovomillennio.blogspot.it/2011/10/alex-carpani-band.html ).
L'artista ormai residente a Bologna da tempo in questi ultimi anni ha rilasciato altri due dischi: nel 2014 il concept album 4 Destinies (quattro lunghe tracce per quasi 55 minuti di musica) che annovera il mitico fiatista David Jackson come guest star e il 4 marzo 2016 So close, so far (dieci tracce per 50 minuti di musica più elettronica del consueto).
Line up 2016: Alex Carpani: tastiere, voce e programmazione. Ettore Salati: chitarre acustiche ed elettriche. Joe Sal: voce e chitarre aggiuntive. Giambattista Giorgi: basso e Martino Malacrida alla batteria.
Sito ufficiale: http://www.alexcarpani.com
Qua la Alex Carpani Band live alla Casa di Alex a Milano (27/2/16) esegue The Last Sign, brano finale de So close, so far.



venerdì 17 febbraio 2017

Corpo

E' pur vero che si tratta di brani scritti, arrangiati, prodotti e registrati a Montesardo (LE) da Francesco e Biagio Calignano nel 1979, ma essi sono rimasti in soffitta per oltre 35 anni per cui di fatto è una pubblicazione del terzo millennio a cura della Lizard Records, con il restauro e il mastering di Matteo Rosafio avvenuto a marzo/aprile 2015.
I Corpo è un trio salentino composto dai polistrumentisti fratelli Calignano (Franco alla chitarra e basso, Mario al basso e Biagio alle tastiere e batteria). 
Il disco Corpo I° & II° consta di nove tracce per 37 minuti di sound strumentale che miscela con buon gusto umori prog-folk psichedelici e kraut rock. 
Link utile: https://www.facebook.com/Corpo-236947323342284/


Album consigliato: Corpo  I° & II° (2016)

giovedì 16 febbraio 2017

Anacondia

Gli Anacondia sono un gruppo milanese formatosi nel 1995 grazie a Andrea Canonico (tastiere) e Gabriele Ramilli (voce). Successivamente Matteo Molinari (chitarra), Massimo Besozzi (chitarra) e Antonio Sergi (batteria) si sono uniti al duo fondatore e la band iniziò una attività live. Dopo alcuni cambi di line up, nel 2003 la band ha pubblicato il suo primo EP demo "Genesi Instabile" e nel 2005 un altro EP demo chiamato "Due Mondi". Questi EP sono stati raccolti  nel 2006 in un unico full length  "Due Mondi".
Nel 2015 la Lizard Record ha rilasciato "L'orizzonte degli eventi", sette tracce per  tre quarti di musica in bilico tra prog, metal, psichedelia e un tocco di folk.
Line up: Gabriele Ramilli: voce. Andrea Canonico: pianoforte, tastiere, cori. Antonio Sergi: batteria, percussioni. Walter Marocchi: chitarre, cori. Nicoletta Bartola: sax, flauto, cori e al basso Vincenzo Valerio.
Link utile: https://myspace.com/anacondia

Album consigliato: L'orizzonte degli eventi (2015)

Mezz Gacano

Mezz Gacano è un progetto musicale di Davide Mezzatesta, polistrumentista palermitano classe 1973, eclettico e dinamico.
Tra le sue tante creazioni sono da ricordare i due album "Palora di Boskauz" (settembre 2002) e "Avangandiastrialopiteco" (ottobre 2004) con l’ etichetta di Palermo “Sasime Records”, un terzo realizzato nel 2008 dal titolo Ozocovonobovo non ha mai visto la luce discografica. 
Nel 2016 il lungimirante Loris Furlan della Lizard Records pubblica un disco di Mezz Gacano e un gruppo di Basilea estremamente avanguardistico come gli Zone Expèrimentale, il titolo è Froka e si suddivide in undici complesse tracce per quasi 45 minuti di proposta sonora. In generale il sound dell’ensamble è un mistura ben assemblata di jazz-rock, avant-rock e progressive cameristico.
Album consigliato: Froka (2016)

martedì 14 febbraio 2017

Paatos

Gli svedesi Paatos si sono formati nel 1999 grazie a due componenti della mitica progband anni 90 Landberk, ossia il chitarrista Reine Fiske e il bassista Stefan Dimle, entrambi hanno poi abbandonato il progetto, il primo nel 2002, il secondo nel 2009.
Il duo è stato successivamente affiancato da valenti artisti quali il tastierista Johan Valle, il batterista Ricard "Huxflux" Nettermalm e la vocalist Petronella Nettermalm.
Attivi discograficamente dal 2002, hanno rilasciato il live "Sensors" nel 2007 e cinque album in studio, l'ultimo dei quali "V" nel 2012 è un misto tra quattro inediti e quattro remix di vecchi brani. 
I Paatos, nonostante la loro riluttanza a categorizzare o incasellare la propria espressione musicale, hanno descritto il loro sound come "Cinematic rock", per altri è un prog che nel tempo ha virato su lande post rock con spezie elettroniche.
Ultima line up: Petronella Nettermalm :voce , Peter Nylander:chitarre, Ulf "Rockis" Ivarsson: basso e Ricard "Huxflux" Nettermalm: batteria.

Album consigliato: Timeloss (2002)  

Dungen

I Dungen (letteralmente il boschetto), ensamble di Stoccolma, è un progetto di fine scorso millennio del polistrumentista/cantante/compositore Gustav Ejstes.
Solamente dal 2001,con la presenza costante di altri tre musicisti (vedi line up), la band svedese ha iniziato a pubblicare dischi, arrivando al 2016 con l'ottimo Haxan ( disco interamente strumentale),  a incidere l'ottavo full lenght della loro discografia.
Il loro sound prog psichedelico con afflati folk-rock è estramente raffinato e nonostante i brani siano cantati in svedese, i Dungen sono conosciuti e apprezzati anche all'estero.
Sito ufficiale: http://www.dungen-music.com
Line Up: Gustav Ejstes: voce, pianoforte, chitarra. Johan Holmegaard: batteria. Mattias Gustavsson: basso e il veterano chitarrista Reine Fiske già con Paatos e Landberk.

Album consigliato: Allas Sak (2015)